Chi sono io

Consulente
Aziendale

Dopo la laurea in Economia e Commercio ho insegnato in vari istituti superiori e svolto un breve periodo di praticantato presso studi commercialisti. L’esordio professionale coincide con l’attività di controller in un’azienda produttrice di macchine utensili a controllo numerico. L’analisi della fattibilità economica di un progetto lungo tutto il suo ciclo di vita ,ha richiesto l’apprendimento e l’applicazione delle metodologie di analisi e misurazione che costituiscono tutto il tessuto dei sistemi di controllo di gestione.

Nel 2004 ho scelto la libera professione in ambito pianificazione e controllo di gestione.

 Sia come controller prima che come consulente ho sempre dedicato , e dedico , molto tempo all’aggiornamento,  in modo autodidatta  e partecipando a corsi organizzati da aziende specializzate.

Ho iniziato il mio percorso formativo presso   “Probest service spa” di Milano, azienda di servizi legata all’UCIMU.

 Presso  MIP-Politecnico di Milano ho seguito corsi per specializzarmi nell’implementazione della supply change, mentre presso SDA Bocconi di Milano ho completato la mia formazione in area pianificazione e controllo .

Presso il Lean Cuoa Center ho potuto seguire i seminari tenuti da Brian Maskell, maestro riconosciuto a livello internazionale della lean accounting, che completano la mia formazione in materia Lean da anni iniziata a fianco della società di consulenza Staufen Italia.

Nel 2011 ho conseguito la qualifica di Mediatore Civile .

Pianificazione e controllo sono la base di ogni sana attività

Il processo di controlling, nelle sue fasi di definizione degli obiettivi, pianificazione del da farsi e controllo dell'andamento, prima di qualsiasi cosa è  un'attività intrinseca al ruolo imprenditoriale, è una responsabilità dell'imprenditore.

Il controlling non è una "faccenda" da fare in qualche maniere che si possa delegare a qualcuno, interno o esterno all'azienda.

 

Per  definizione il controllo di gestione è lo strumento essenziale in una gestione per obiettivi, in quanto permette di ottenere feedback  di quanto realizzato, nell'ottica però di proiettare nel futuro i risultai delle azioni intraprese.

Controllo ex-post e controllo ex -ante, due facce della stessa moneta

Il processo di controlling però è un'attività complessa, articolata e perché sia svolta in modo efficace c'è bisogno di  un esperto .

 

Il consulente deve essere l’esperto che ha capacità di assumere il ruolo di "supporter olistico" o di "business partner" nel processo decisionale.

Un esperto che affianca l'imprenditore in qualità di corresponsabile al raggiungimento degli obiettivi aziendali

Attestazioni

"Nel processo di controlling bisogna saper portare due cappelli: come sparring partner dell’imprenditore supportandolo nella sua attività di leadership, e come corresponsabile del raggiungimento degli obiettivi”
Ada Lazzari